24 set 2007

Abbigliamento: il Keikogi

Nello scrivere il post precedente ho accennato all'errore che spesso si fa di chiamare 'Kimono' l'abito che si usa mettere per la pratica dell'Aikido e di altre arti marziali.
Il termine giusto è dogi, keikogi o ancora meglio Aikidogi:
合気道着 o 合気道衣

Girando per la rete trovate molte spiegazioni in più, da wikipedia (meglio le pagine in inglese e francese...!) a siti dove spiegano come si piega (wow, questo non lo sapevo!!).

La bella sorpresa, però, è stata di trovare un'ottima definizione sul blog di un espertissimo guru della rete nonchè Aikidoka, Luca Sartoni, del quale trascrivo la parte che riguarda questo tema, invitandovi a leggere direttamente il resto sul suo blog: è molto interessante e ben scritto!
Eleganza nel vestire
L’abbigliamento di un aikidoka è composto da 4 elementi fondamentali: keikogi, cintura, hakama, eleganza nel metterli insieme.

Il keikogi è di cotone pesante ed è composto da pantaloni e casacca bianchi. Lo si veste per primo ed è la parte dell’uniforme che un praticante non cambierà mai durante la sua carriera. Dovrebbe essere sempre pulito e candido.
Subendo molte sollecitazioni, a lungo andare potrebbe avere degli strappi. Sono il simbolo dell’uso e della passione del suo utilizzatore, pertanto alcuni di essi vengono sfoggiati con soddisfazione. Durante le cerimonie e le manifestazioni, è buon norma usare un keikogi particolarmente nuovo e stirato come simbolo del rispetto verso chi partecipa all’evento.

Grazie Luca, al prossimo BarCamp ti vengo a salutare! ;-)

2 commenti:

Luca Sartoni ha detto...

mi fa piacere aver trovato il tuo blog, che da oggi seguirò assiduamente. Presto aprirò un blog dedicato al mio dojo. Te lo farò sapere. :)

Michiko ha detto...

Grazie a te, che sei così bravo!! ;-)
Aspetto il tuo nuovo blog, sono certa che sarà bellissimo! Ciao, se passi da queste parti sei il benvenuto!